26 Giugno 2019

Dalla Due A ecco i nuovi tunnel a prova di benessere animale

Riportiamo di seguito l’articolo uscito sulla pubblicazione nr 2 del 15.03.18 della rivista di settore “Allevatori Top”, nella sezione Speciale Agriumbria.

Con l’’occasione vi invitiamo a visitare il seguente link, per conoscere meglio “Allevatori Top” e i suoi interessanti contenuti!

https://agronotizie.imagelinenetwork.com/allevatoritop/

************

Per gli allevamenti delle aree terremotate l’azienda veneta ha messo a punto un pacchetto di prodotti testati sul campo, che combinano sicurezza, resistenza agli eventi atmosferici e salute animale, e che mettono i ruminanti nelle condizioni di performare al meglio

Dalla Due A ecco i nuovi tunnel a prova di benessere animale

C’erano una volta le stalle di emergenza passate dalla Regione nell’immediato post-sisma. Quei tunnel “preconfezionati”, a colonne inclinate ed ermeticamente chiusi, che nelle aree del terremoto sono spuntati come funghi. Poi, dallo scorso luglio, sono cambiate le procedure di acquisto, e oggi l’allevatore ha di fatto la possibilità di vedersi sovvenzionato il prodotto di sua preferenza. “E finalmente noi costruttori – aggiunge Andrea Antonini, titolare della DueA di Villalta di Gazzo (Pd) – non siamo più vincolati a fornire strutture

a norma di quello che era il capitolato di appalto. Per cui come DueA proponiamo agli allevatori dei tunnel a colonne verticali, forniti di cancelli e recinti fissi. Strutture che risultano comunque economiche, ma decisamente più performanti, e che sono di provata resistenza alle neve e agli altri eventi atmosferici tipici del clima di montagna, e che sono ideati per assicurare a ovini e bovini piene condizioni di benessere animale”.

Adeguatamente ventilati

Iniziamo quindi con l’areazione, indispensabile per prevenire i fenomeni di condensa: “nei nostri tunnel – sottolinea Antonini – la ventilazione naturale è assicurata dal cupolino centrale, che unitamente alle finestrature in rete richiudibili, presenti sui lati del tunnel in numero proporzionato alla sua lunghezza, crea un idoneo flusso di circolazione dell’aria: l’aria fresca entra dalle finestre e dal cupolino fuoriesce aria calda e viziata. A ciò può essere aggiunta la ventilazione forzata, apportata da ventilatori posizionati sulle testate dei tunnel. In più, per quanto riguarda i bovini, possiamo fornire strutture dotate di rete frangivento motorizzata su un intero lato della struttura, davanti al quale possiamo poi posizionare il paddock esterno per le manze, che così hanno l’opportunità di fare la ginnastica funzionale di cui necessitano per arrivare in forma alla prima fecondazione e al primo parto”. All’interno dei tunnel ecco i box, modificabili in larghezza e lunghezza a seconda delle proprie esigenze.

Strutture modulari

“Abbiamo poi realizzato – continua il nostro interlocutore – un pacchetto di strutture modulari, in cui ogni singolo modulo è standardizzato, di 6 metri di lunghezza. Per cui l’allevatore, in base al numero di animali da gestire, può scegliere tunnel da 12 fino a 42 metri di lunghezza. Si tratta sempre di tunnel amovibili, di facile smontaggio e rimontaggio, rispettosi del benessere animale: all’interno sono dotati di lettiere per il ricovero notturno, nel caso l’azienda pratichi il pascolo, oppure delle tradizionali lettiere intensive. In questo secondo caso è prevista la dotazione di mangiatoie motorizzate, o delle classiche mangiatoie in cemento con auto-catturante. Inoltre, nel caso la struttura sia destinata agli ovicaprini, le lettiere non sono dotate di pavimento, per fare in modo che il gregge calpesti costantemente una superficie simile a quella che trova sui pascoli. Nel caso invece si tratti di tunnel per bovini, la lettiera prevede una parte in cemento, ma a disposizione degli animali c’è sempre un paddock”.

ARCHIVIO BLOG

La regolazione del microclima in stalla e la ventilazione naturale 

In inverno gli allevatori ricorrono al sistema di ventilazione naturale, tuttavia in estate può non essere sufficiente. Scopri perchè

Leggi articolo

La fienagione: lavorazione e rischi

Scopri in questo articolo come ottenere un’ottima fienagione, i processi di lavorazione e i rischi della fermentazione.

Leggi articolo